Trofeo Bailli de Suffren 2017

CALENDARIO SPORTIVO

Trofeo Bailli de Suffren 2017

Porto Rotondo
dal 27/06/2017 al 30/06/2017

Segreteria regate

Nanni ONO
Telefono: +39 0789 34145
E-mail: infovela@ycpr.it


Ufficio stampa

Telefono: +39 0789 34145
E-mail: press@ycpr.it

Accredito giornalisti


Scarica il calendario sportivo

download PDF

Regata d’altura giunta alla sua 16° edizione con la partecipazione di imbarcazioni classiche e d’epoca.
Dopo aver percorso le 193 miglia che le separano dal tradizionale luogo di partenza, Saint Tropez, le splendide “signore del mare” tagliano la linea d’arrivo nello specchio acqueo antistante la Marina di Porto Rotondo.
La manifestazione, con i suoi riti, richiama lo spitiro dei più grandi marinai di Francia, come Pierre André de Suffren, soprannominato “Ammiraglio Satana”, Signore di St. Tropez, Capitano Generale Bailli Gran Croce e Ambasciatore dell’Ordine Sovrano di Malta, nonché Vice Ammiraglio della Marina Reale di Re Luigi XVI.
Dopo la tappa conviviale allo Yacht Club Porto Rotondo, la regata riprende con la tappa di Palermo e l’approdo finale a Malta.



LA FLOTTA DEL TROFEO BAILLI DE SUFFREN SALUTA PORTO ROTONDO E LA SARDEGNA
Si è conclusa con la premiazione della Coppa dei Mori la prima tappa del Trofeo Bailli de Suffren di vela d’epoca, che da quindici anni getta un ponte di storia e tradizione tra Saint-Tropez e Malta, con tappe intermedie in Italia.
La prima, si è tenuta di consueto allo Yacht Club Porto Rotondo, che per tre giorni ha offerto un panorama indimenticabile ad appassionati e turisti, con dodici capolavori di storia nautica schierati tra i pontili.
I primi arrivi si erano compiuti domenica sera, con la prua di Adria a tagliare il traguardo delle 193 miglia iniziali di tragitto. Il ketch si era anche aggiudicato il trofeo di tappa nella categoria Epoca, mentre Stiren e Alma of Lymington, si erano distinti tra i Classic e Spirit of Tradition.
Durante il soggiorno a Porto Rotondo, gli armatori hanno messo in mostra la bellezza dei loro yacht e fatto vita di circolo, sempre contraddistinta dalla cavalleria, cifra dell’evento sin dalla sua inaugurazione.
Nella tarda mattinata di mercoledì 29, la flotta ha mollato gli ormeggi e gradualmente lasciato il molo dello Yacht Club in direzione Palermo. Non prima di aver promesso di tornare l’anno prossimo, ancora più numerosa.
“Sicuramente il trofeo Bailli de Suffren ha rialimentato quel fuoco bellissimo che sempre suscita la vela d’epoca, ogni volta che le vediamo arrivare qui, è una grande emozione.
Vederle ripartire, è una gioia e un dolore allo stesso tempo, ci eravamo abituati a vederle ormeggiate, sono stati giorni importanti anche per i nostri ragazzi della scuola vela e agonistica, che hanno potuto ammirarle e imparare tanto.
Auguriamo comunque loro buon vento per il prosieguo della regata”, il commento del presidente dello Yacht Club Porto Rotondo, Roberto Azzi.

Documenti e informazioni

Logo Trofeo Bailli de Suffren

Galleria delle foto