LA STORIA DEL CLUB

YACHT CLUB PORTO ROTONDO

Una storia di passione e mare dal 1985

LA FONDAZIONE

Lo Yacht Club Porto Rotondo è stato fondato nel 1985 da un gruppo di appassionati del mare e di Porto Rotondo e, fin dal primo anno di attività, ha preso sede nello splendido edificio in legno di larice realizzato dall’architetto veneto Malgaretto.

 

DUE CLUB UNITI

Nel 1987 lo Yacht Club Porto Rotondo, pur mantenendo una certa autonomia, venne incorporato come sede “distaccata” dallo Yacht Club Costa Smeralda, presieduto dall’ S.A. Aga Khan. In quesgli anni la collaborazione attiva con "la casa madre” di Porto Cervo si concretizzò nel vivace scambio di soci autorevoli, nell’intensa attività sportiva internazionale e in prestigiose rassegne di barche d’epoca. Dopo una decina d’anni di condivisione ed una lunga e fruttuosa attività in comune YCCS e YCPR hanno intrapreso percorsi nuovi.

 

LA RINASCITA

A Porto Rotondo, un gruppo di affezionati al glorioso “guidone”  sotto la guida dell’Ammiraglio Luciano Fontana ha varato così il progetto di un nuovo Yacht Club Porto Rotondo, potendo contare su un Consiglio Direttivo dinamico e fiducioso nelle potenzialità di un Circolo, orientato a realizzare iniziative di rilievo e di valorizzare le grandi risorse di Porto Rotondo. L'allora Presidente Gian Battista Borea d’Olmo ha riposto grande fiducia nel futuro del Club e nelle prospettive di crescita di un' immagine positiva dello YCPR.

 

ANNI RECENTI

Negli ultimi anni il Club è guidato da Roberto Azzi, il quale ha apportato nuova energia alle relazioni con i soci, con i club gemellati e con gli sponsor,  favorendo lo sviluppo di iniziative e di proposte di alto livello com'è nella tradizione dello Yacht Club Porto Rotondo.

Il Guidone

Nel 1985 nasce il guidone dello YCPR che presenta la croce di San Giorgio rossa su campo bianco,  in onore dello Yacht Club Italiano ispiratore degli inizi del Club.

Sulla croce è rappresentato il Leone di S. Marco che tiene tra le zampe anteriori lo stemma dei Quattro Mori, simbolo dell’unione tra la Sardegna e Venezia, terra d’origine dei Conti Donà dalle Rose fondatori di Porto Rotondo.

Il guidone rappresenta il legame di amicizia tra due realtà diverse e due culture geograficamente distanti, che si incontrano sul mare, da sempre veicolo di civiltà.