UFFICIO STAMPA

YACHT CLUB PORTO ROTONDO

Ufficio Stampa

Per contattare l'Ufficio Stampa:
Telefono: +39 0789 34010
E-mail: press@ycpr.it

Accredito giornalisti

Raduno Optimist Yacht Club Porto Rotondo 3/5 febbraio 2017

Domenica 5 febbraio si è concluso il Raduno Optimist di Porto Rotondo, primo evento del calendario sportivo 2017 organizzato dallo Yacht Club Porto Rotondo. La manifestazione è stata predisposta in collaborazione con la Classe Optimist, su forte spinta del nuovo organismo dirigente della FIV III Zona, guidata dal Presidente, Massimo Cortese. Hanno partecipato al raduno 50 atleti, cadetti e juniores, provenienti da tutta la Sardegna.

Dopo il benvenuto del Presidente del Circolo, Roberto Azzi, rivolto a tutti i partecipanti, ha preso la parola il Tecnico Nazionale della Classe Optmist, Marcello Meringolo, che ha suscitato l’entusiasmo dei ragazzi con la presentazione del programma da svolgersi nelle tre giornate di lavoro.

Nonostante la previsione meteo-marina poco incoraggiante (pioggia e vento fino a quaranta nodi), gli organizzatori hanno potuto portare a termine le tre uscite in mare in sicurezza, valutando di volta in volta la situazione e la conseguente fattibilità dell’uscita in mare. Sabato, ad esempio, si è deciso di svolgere la prova in acqua alle otto del mattino, unica “finestra” possibile per muoversi senza rischi di sorta. Questo ha permesso di stare in mare fino alle undici, quando sono iniziate le prime raffiche di vento, che in breve tempo hanno superato i quaranta nodi di intensità.

Dopo le prove in acqua,  si sono svolte le lezioni a terra in una delle sale del Circolo. Sono state proiettate le immagini dei filmati che, nei momenti più significativi, il Tecnico  Nazionale  interrompeva  per  spiegare  ai  ragazzi  i  vari  errori  commessi durante l’uscita, supportandole con i suoi preziosi suggerimenti, alfine di migliorare le posture a bordo, le andature e i comportamenti generali nel governo della barca, nell’ottica di una resa ottimale.

Una volta a terra, i giovani atleti sono stati rifocillati con caldi manicaretti offerti dal Circolo, apprezzati anche dagli istruttori e dagli altri accompagnatori. Il Presidente dello Yacht Club ha espresso grande soddisfazione per le modalità di svolgimento delle  tre giornate di attività, sia a mare che a terra, con  risultati estremamente positivi.

Sono state  giornate piene, con un  totale di 20 ore  di attività, di cui 9 in mare. I ragazzi hanno concluso il raduno stanchi, ma soddisfatti di quanto è stato fatto, sia in acqua che in aula.

Il Tecnico Nazionale, Marcello Meringolo, insieme a Massimiliano Roppolo, Tecnico Zonale, ha coordinato anche il lavoro degli istruttori dei vari circoli: Giorgio Fois (LNI Olbia), Sergio  Piredda (CN Arzachena), Riccardo Celotto (CN Arbatax), Nicola Capriglione (YC Cannigione), Daniele  Murru (YC Olbia), Vito Pace (LNI Cagliari) e Camillo Zucconi, del Circolo Ospitante.

<em>Di seguito, l&rsquo;elenco degli atleti che hanno preso parte al raduno</em>:

Luca Leo, Paolo Saddi, Leonardo Contu, Samuele De La Ville e Samuele Perra (Lega Navale Italiana - Cagliari);

Elia Pusceddu, Giuseppe Pusceddu, Claudio Sotgiu, Francesco Sotgiu e Luigi Pirino (Club Nautico Arzachena);

Riccardo Chessa, Leonardo Nonnis, Elia Nonnis e Massimo Pili ( Circolo Nautico Arbatax);

Giovanni Atzori, Carlo Calaresu, Tobia Dal Cero, Stella Deiana, Simone Lecca, Federico Leo, Sara &nbsp;Puddu e Alida Sanna (Lega Navale Italiana &ndash; Olbia);

Lorenzo Micheli, Alessandro Farigu, Leonardo Locci, Giovanni Mannu, Alberto Nieddu e Federico Pacifico (Yacht Club Cagliari);

Mean Picci, Alessandro Cuccia, Filippo Morosi, Leonardo Morosi e Claudio Sechi (Yacht Club Cannigione);

Addis Marco, Nicol&ograve; Cassitta, Davide Cosseddu, Emilio Dessena, Salvatore Falchi, Mariafrancesca Falchi e Matteo Raimondi (Yacht Club Olbia);

Francesco Columbano, Andrea De Matteis, Luca De Matteis, Laura Murineddu, Edoardo Muzzu, Edoardo Papitto, Michelangelo Perseu e Lorenzo Frassoni (Yacht Club Porto Rotondo).