UFFICIO STAMPA

YACHT CLUB PORTO ROTONDO

Ufficio Stampa

Per contattare l'Ufficio Stampa:
Telefono: +39 0789 34010
E-mail: press@ycpr.it

Accredito giornalisti

CheStress si aggiudica La Lunga Bolina Sardinia ed a LF -C.C.Aniene

Porto Rotondo, 24 settembre 2017 – Si è conclusa la prima edizione de La Lunga Bolina & Coastal Race Sardinia con la premiazione nella clubhouse dello Yacht Club Porto Rotondo, dove hanno fatto gli onori di casa il Conte Luigi Donà dalle Rose, Presidente Onorario, Roberto Azzi, Presidente del sodalizio e Alessandro Maria Rinaldi, Presidente della classe Este 24 e delegato all’Altura del Circolo Canottieri Aniene.
 

Dopo una partenza con 32 imbarcazioni di cui 14 monotipi E24, 14 imbarcazioni Altura a vele bianche , dell'organizzazione “Vita da Amare” e 3 imbarcazioni Altura race, la regata offshore si è estesa lungo 40 miglia tra Mortoriotto, Bisce, Secca tremonti, Monaci, Mortoriotto e traguardo a Porto Rotondo. Ha tagliato per primo l'imbarcazione del Circolo Canottieri Aniene , Loli Fast Aniene, aggiudicandosi così la line honour, davanti al J109 Chestress e terzo classificato Vezzi Miei. Vincitore in compensato l'imbarcazione Chestress.
 

Per i monotipi Este24, è stata una tre giorni intensa caratterizzata da 3 prove il venerdì , una Coastal Race con un percorso ad hoc di 16 miglia tra le isole di Li Poveri e di Li Nibani, e altre tre regate a bastone la domenica, che costituivano la 5ª tappa del Circuito Nazionale.
La vittoria finale è andata all'equipaggio Aniene Young di Luca Tubaro, che porta i colori del Circolo Canottieri Aniene , che con questa vittoria conferma la sua leadership nel Circuito Nazionale E24. Secondo classificato Esterica 2 dello Yacht Club Porto Rotondo che ha schierato il team che si era qualificato alla finale della Lega Italiana Vela proprio nelle acque della Costa Smeralda. Terzo classificato si impone SuperSilvietta di Michelangelo Tardioli.

Aniene Young, già leader del circuito, ha sempre trovato il passo giusto e incrementato – regata dopo regata – il vantaggio su avversari comunque combattivi, a dimostrazione dell’alto livello tecnico e tasso agonistico raggiunti dalla flotta. Oggi, nella manche decisiva, ha colto un 3-1-1 che ha messo a tacere le velleità di Esterica 2 e Supersilvietta (Michelangelo Tardioli), le più accreditate a ostacolare il suo cammino trionfale, in virtù della classifica cortissima scaturita sabato dopo la regata costiera.
 

Non sono mancati gli eventi social nella cornice suggestiva del Club , con il crew party del venerdì e il cocktail party alla premiazione che hanno concluso una tre giorni divertente e piena di emozioni che, contro ogni previsione, ha visto splendere il sole e portare un bel venticello che ha consentito di concludere il programma delle regate.
 

 

“Siamo molto felice di aver organizzato questo format di regata in collaborazione con gli amici del circolo romano" - dichiara il Presidente Onorario Donà delle Rose - , "da grandi appassionati di mare e di sport, in questo week end abbiamo assistito ad una bella festa della vela. Arrivederci al prossimo anno!”
 

“E’ stata una vittoria combattuta, rendiamo merito a Esterica che ci ha dato filo da torcere tutti i giorni”, il commento di Luca Tubaro , skipper di Aniene Young, “oggi è stata una partenza in salita, ma ci siamo ripresi, vincendo bene le due prove seguenti, il passo della barca è veramente buono, siamo molto soddisfatti”
 

“Ringrazio il Club per la grande ospitalità e gentilezza nell'accogliere una delle flotte più numerose di monotipo e la famosa regata Coastal Race abbinata alla regata offshore La Lunga Bolina”, il saluto di Alessandro M. Rinaldi, anche in qualità di rappresentante dell’Aniene, “Con grande soddisfazione abbiamo portato a termine questa bellissima prima edizione, in un teatro spettacolare dell'arcipelago della Maddalena.
Ci siamo diverti molto nel match race ingaggiato nell’Altura tra Chestress e Loli Fast Aniene, con l’inserimento del half ton Vezzi Miei”.

 


Galleria delle foto