UFFICIO STAMPA

YACHT CLUB PORTO ROTONDO

Ufficio Stampa

Per contattare l'Ufficio Stampa:
Telefono: +39 0789 34010
E-mail: press@ycpr.it

Accredito giornalisti

A Porto Rotondo l'O Game Offshore Rolling di pesca alla traina

<p>Tre le giornate di gara, le prime due favorite da mare piatto, la seconda complicata dall&rsquo;ingresso dello scirocco, che ha formato il mare, introducendo un nuovo coefficiente di difficolt&agrave; per i team, che si sono fatti trovare pronti alla nuova sfida.</p>

<p>Al termine della tre giorni, dove ciascuno ha compiuto pi&ugrave; strike e dato fondo al lavoro di squadra, sul gradino pi&ugrave; alto del podio &egrave; salito Team Luca e Andrea Mare a bordo di Marbea, con 14 punti.</p>

<p>A seguire, Argo II di Gino Zambiati (11 punti) e Sea Force di Riccardo Giorgico (10). Tra alalunga e aguglie imperiali, il numero di prede pescate e in parte rilasciate, rapportato ai partecipanti, ha fatto dell&rsquo;O Game Offshore Rolling la gara pi&ugrave; pescosa del circuito nazionale.</p>

<p>Per lo Yacht Club Porto Rotondo non si tratta dell&rsquo;unico evento stagionale dedicato alla pesca d&rsquo;altura. Il 22 agosto infatti &egrave; in programma la tradizionale gara sociale.</p>

<p><em>&ldquo;Il club &egrave; attento a tutti gli sport di mare, oltre alla vela abbiamo a cuore la pesca, dai tempi del Big Game Ogni proposta di nuove manifestazioni &egrave; sempre ben accetta&rdquo;, </em>la dichiarazione del presidente dello Yacht Club Porto Rotondo, Roberto Azzi, <em>&ldquo;tra i nostri soci, sono tanti i pescatori: ogni occasione &egrave; buona per farli divertire&rdquo;.</em></p>

<p>La versatilit&agrave; del sodalizio &egrave; sempre volta a promuovere le qualit&agrave; ambientali del territorio: del suo mare, con le regate e la scuola vela, e della terra, esaltata anche a tavola, dalle pietanze dello chef Michele Arzu, che fonde la ricerca sui prodotti locali di filiera corta e prima qualit&agrave; alle origini ogliastrine.</p>

<p><em>&ldquo;Il rispetto per la nostra terra&rdquo;, </em>aggiunge Azzi, <em>&ldquo;si esprime anche nel progetto di mobilit&agrave; elettrica avviato dal circolo in partnership con Bmw Italia: dopo la prima colonnina installata nella marina, l&rsquo;iniziativa si &egrave; estesa al Consorzio. A breve, saranno attivi altri due punti di ricarica, che faranno di Porto Rotondo il primo borgo in Sardegna per utilizzo della mobilit&agrave; elettrica&rdquo;.</em></p>