THE O' PORTO ROTONDO OFFSHORE CLASSIC EDITION 2020

CALENDARIO SPORTIVO

THE O' PORTO ROTONDO OFFSHORE CLASSIC EDITION 2020

Ufficio Stampa YCPR

Per contattare l'Ufficio Stampa:
Telefono: +39 078934010
E-mail: press@ycpr.it

Accredito giornalisti

COMUNICATO STAMPA DEL 24/08/2020

COMUNICATO

THE O’ PORTOROTONDO OFFSHORE CLASSIC EDITION

 

Il primo degli eventi sportivi dello Yacht Club Porto Rotondo di quest’anno difficile è stato un grande successo, grazie anche all’organizzazione del Direttore del Fishing Division del Circolo, Sandro Onofaro, e al supporto del main sponsor dell’evento, FTP Powertrain Technologies.

Sono stati due giorni favoriti dal bel tempo, in cui le condizioni meteomarine hanno garantito la buona riuscita della manifestazione. Entrambe le giornate di pesca si sono svolte oltre le dodici miglia dalla costa, al di fuori delle acque territoriali. La prima prova, caratterizzata da vento da sud-sudest sui 10 nodi, ha consentito la cattura di diversi esemplari tonno alletterato, mentre fin dal primo mattino della seconda giornata si è capito che la competizione sarebbe stata più dura, per le temperature in rialzo oltre che per la quasi totale assenza di vento.

La prima imbarcazione a far gracchiare la radio della barca Giuria con il fatidico strike alle 8:48 è stata “Sbeem” di Riccardo Cultraro, seguita subito, alle 8:51 da “Dada”, di Giovanni Simonetti. Si è trattato di una segnalazione di buon auspicio per tutti gli altri equipaggi che navigavano all’interno del campo di gara. Di lì a poco, infatti, gli strike si sono susseguiti: Velociraptor, Karima, Alfred Gordon e Joker, solo per citarne alcuni, davano notizia dei pesci “allamati”. La stessa barca Giuria ha catturato due aguglie imperiali - cui si riferiscono le immagini - subito rilasciate. Prima di ridare la libertà a questi splendidi pesci molto scenografici, sempre mantenendoli al sicuro nel loro ambiente naturale, essi sono stati dotati di due gps, allo scopo di poterne studiare gli spostamenti nel bacino del Mediterraneo. L’operazione di inserimento è stata svolta dal Responsabile Regionale (Mediterraneo) IGFA, Massimo Brogna.

La fine della prima giornata vedeva tre Team a pari punteggio: Velociraptor, Karima e Dada. Dopo una dura e lunga sfida, nella quale il vero nemico di tutti è stato il caldo insopportabile, ad aggiudicarsi l’ambito trofeo è stata l’imbarcazione “Velociraptor”.

Rispetto alle edizioni degli anni scorsi, si è rilevata nei pescatori una crescente voglia di catch and release, ovvero la scelta di non imbarcare il pesce, bensì di fotografarlo e rilasciarlo subito dopo. Un modo, questo, di dedicarsi alla pesca sportiva in un’ottica più rispettosa dell’ambiente e degli animali che lo popolano.

Nel caso qualche armatore fosse interessato a una foto, può contattare il Direttore Sportivo dello Yacht Club, Nanni Ono, che gliele farà avere in alta definizione (infovela@ycpr.it).

La prossima manifestazione del Calendario Eventi Sportivi del Circolo è la “Road to Barcolana Young – Campionato Zonale Optimist” in programma dall’11 al 13 settembre 2020.